Punkarre Entertainment Zoo II

…e per un istante ritorna la voglia di vivere a un altra velocità..

 
Il titolo dell’intervento deriva dal fatto che appena tornato a casa stasera è partita alla radio la canzone di Battiato "i treni di Tozeur",quell’uomo è chiaramente un pazzo fulminato,ma il ritornello sintetizzava perfettamente il mio stato d’animo..
La velocità è un problema mica da poco..anzi è sempre stata la mia peggiore angoscia,il fatto di dover avere dei tempi in cui una cosa deve essere fatta,nn solo mi mette l’ansia ma inoltre mi fa perdere tutto l’interesse per impegnarmi o godermi quello che sto facendo..
Per cui se da un lato sono sempre fedele al mio ideale "Lavorare poco e con lentezza",ch resterà sempre il mio modo di intendere il mondo, dall’altro mi rendo conto di godere come un pazzo negli istanti in cui realizzo che nemmeno un secondo è stao perduto..proprio perchè ho vissuto ad un altra velocità… 
Settimana bella questa appena trascorsa..i compleanni sono sempre una manna nei momenti bui,ossia lo sono in caso il momento cupo sia solo apparente,se l’eccesso di paranoie è dovuto al fatto che studiando tutto il giorno arrivi alla sera e nn sai bene che cazzo volevi fare all’inizio della giornata..ma tac ti trovi a dover guardare un giorno diverso sul calendario…naturalmente nn rinnego tutto nulla di quello che ho scritto sono incazzato cmq con la mia pigrizia del periodo..ma dopo uno sfogo e dopo averne parlato praticamente con ogni persona che conosco,guardo la vicenda con una certa consapevolezza del problema..che di base,NON ESISTE…grazie a Dio anche stando chiuso in una stanza cambio idee modifico le mie opinioni e ragiono,è cmq tutto in movimento,ma il pensiero scisso dall’azione,finisce per essere un esercizio piuttosto frustrante,cha fa nascere solo rabbia..ora mi viene da ridere a pensare a quanto posso essere insofferente,come ho sentito l’altro giorno alla radio Tiziano Ferro un amico di Dario Ardovino nella sua ultima canzone "ed ero contentissimo" ad un certo punto dice….e continuavo a chiedere a Dio e ancora e ancora e ancora….
Naturalmente non serviva TF per capirlo…ma magari lassù ci sarà anche chi si sarà rotto i coglioni di sentirmi rimuginare..
Basta quindi..mi prendo i miei tempi..so quello che voglio e quello che mi preme di più..il resto aspetterà..ho un paio di cosette da restaurare che proprio non possono aspettare…
Grazie banda per l’altra sera,mi sono divertito alla festa,eravate tanti,sbronzi,STRETTI&CONTENTI,e come sempre mi siete stati incollati in questo momento come da quando vi conosco…
Grazi Coti & Louvy,vi siete spaccati il culo per farmi studiare e per rendere la giornata perfetta tra regali e festa,senxa fiatare ma solo per farmi felice,..senza che mi dovessi preoccupare di nulla..
 
Questo era il mio intervento buonista pre-natalizio,dal 21 in poi sarò quello in giro con la vespa e il cappelletto di Babbo Natale,che scorrazza per Roma  con sorriso smagliante pronto per godermi tutta l’atmosfera che mi sto perdendo..quella dietro a me naturalmente sarà Louvy non ve confondete…
 
….E PER UN ISTANTE RITORNA LA VOGLIA DI VIVERE A UN ALTRA VELOCITA’….
Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 16/12/2006 alle 00:07 ed è archiviata in Uncategorized. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “…e per un istante ritorna la voglia di vivere a un altra velocità..

  1. FRà in ha detto:

     
    Non avrei mai creduto di voler o poter scrivere su un forum per parlare con mio fratello,
    ma penso che lo farò perché ho tempo,
    perché come pensi tu faccio un lavoro che mi permette di cazzeggiare sui forum, perché mi sento di farlo e perché non posso solo leggert"ti" e imparare a conoscer"ti" da quelle parole,
    ma qualcosa la devo pur dire..
    mi dispiace sapere che stai non bene e soprattutto mi dispiace saperlo da qui…mi dispiace non riuscire a percepire dai tuoi sguardi storti o dalle tue mezze parole il nascondersi di un malessere, di un fastidio, di un dubbio..
    Ti leggo qui sopra e penso che la tua vita è piena di cose, di persone, pensieri e momenti che non conosco e forse, non è colpa di nessuno, ma è così..e allora mi viene un po’ di tristezza, ma so che non posso farci niente perché non verrai mai a dirmi che ti capita o forse magari vorresti e sono io che non riesco ad ascoltarti…così ti guardo e ti vedo crescere, diventare grande con le tue idee, ti vedo avere una vita piena, ti vedo fare delle scelte importanti…ecco forse quello che vorrei farti sapere è che io ti vedo, non ti ho mai perso di vista e che, anche se nei modi che forse non riesci a percepire, ti sono legata in un maniera viscerale, in una forma difficile da spiegare e che tante delle cose che scrivi e che pensi io le vivo tutt’oggi, le ho provate in modo simile e molto spesso non sono riuscita a risolverle ;))
    Lo so sembra un intervento da "C’è Posta per te" di Maria (l’amica di Louvy), ma io dovevo scrivertelo..perchè a dirtelo non ci sono tanto capace ;)…in bocca al lupo per il tuo esame..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: