Punkarre Entertainment Zoo II

Un tuffo di perfezione

Allora ve lo dico subito..se non avete tempo di leggere le future 2000 cazzate che sto per scrivere fermatevi qui…prendete un post it,segnatevelo e tornate in un secondo momento…devo scrivere di tante cose,in volume e in valore..non so quanto ci metterò..ore suppongo…ma ne varrà la pena..perchè raramente sono stato così fiero di come ho impiegato il mio tempo e le mie forze. 8 luglio: Partiamo da mercoledì mattina..ore 4 e 40 del mattino,guardo la sveglia che suona sull’iphone,ma è un gesto automatico,senza senso..l’avevo guardata centinaia di volte durante la notte..una notte in cui non ho dormito,sebbene avessi chiesto a mio fratello di dormire da lui…la sua stanza con la finestra aperta è come un comodo riparo su un altopiano ventoso,la luna ti bacia dolcemente e nelle serate d’estate è davvero come dormire sotto le stelle..
Tutto inutile..quella notte la luna mi rompeva il cazzo,le stelle non si vedevano e il vento si proponeva ambiguo e fastidioso in mezzo alle mie gambe,senza rinfrescare..ma con il solo scopo di tenermi sveglio…
Indubbiamente non era un problema di meteo..il problema era mio soltanto…il mondo che hai intorno cambia a seconda degli occhi con lui guardi..e una serena serata estiva può diventare un incubo…bene io ho passato la notte a ripetere quello che avevo studiato nei 17 giorni precedenti,ma non a ricordare frammenti…ma a rivisualizzare in pieno tutti gli schemi,le immagini anatomiche,le formule…fino a quando ho pensato di essere impazzito nel vedere tutto ciò stampato sulle lenzuola che stringevo.Un folle idiota.Che vedeva,ripeteva e si diceva di stare calmo,un perfetto idiota.
Quel mercoledì avrei sostenuto alle 10 uno scritto poi 2 orali….dopodichè avrei cambiato palazzo e alle 12 avrei dovuto affrontare altri 4 orali…tutto ciò per superare Medicina e Chirurgia 2 e 3,due esami in cui si deve ricapitolare tutto quello che hai fatto in questi 6 anni e andare,provare e sperare in Dio…
Dopo aver ripetuto dalle 5 alle 9,praticamente in fin di vita,mi vesto,raccolgo gli amuleti ed esco…non vedo il vecchio portafortuna e comincio a pensare male..ma come sempre nel viaggio mi rassereno,comincio a pensare che ho fatto tutto quello che dovevo,che male che vada sarò in vacanza..
Passo lo scritto anche se mi cago sotto visto che qualche risposta ll’avevo scopiazzata da un tizio che su 30 domande ne aveva sbagliate 15 ed era stato cacciato a pedate..così mi chiamano,sono il primo e faccio due orali senza nemmeno accorgermene..28..stringo la mano al prof. ma in realtà vorrei soddisfarlo sessualmente….guardo i miei amici con tono di sfida e mi sento un quarto di Dio o almeno un terzo di Gesù..
Cambio palazzo e vado a fare i 4 orali…bel casino…mi smebra una cosa insormontabile…ma mi butto…l’infettivologa chiede chi vuole andare e mi propongo…non l’avessi mai fatto…mi apre il culo a strisce…ma alla fine mi riprendo e la convinco che 27 se pò fa…in realtà la cosa è pessima,era la materia che avevo studiato di più e con cui contavo di alzare la media degli altri orali…quindi dubito,penso di mollare,alla fine un 28 l’ho già preso…questo lo rifaccio a settembre quando sarò più pronto..dai si mollo e lo sto per fare….ma un mio caro santo e benedetto collega,il dolce Flavio, mi prende a calci in culo,mi dice di togliermi quella faccia da sfigato bastonato e di farmi sotto…non so perchè ma gli do retta…il geriatra mi mette 28…poi vado dal chirurgo 28 e poi il dramma medicina interna…un’interrogazione di 45 minuti…in cui mi ha aperto il culo e fatto sentire una piccola nullità…alla fine però mi dice “lei mi semrba abbastanza intelligente per andare immediatamente a casa a studiare le cose che non mi ha detto,mi fido del mio istinto e dei miei colleghi,le do 27..transeat…anche se lei sa che non se lo meriterebbe”
MA IO TI BACIO IN BOCCA VECCHIO STRONZO CICCIONE SUDATO
Sei un genio e io ti amo e ti amerò sempre…mi hai regalato il secondo 28 della giornata…il 5 esame passato della sessione,hai decretato l’inizio delle mie vacanze e mi hai fatto delirare per ore e ore…ho tremato di gioia,ho perso la capacità di esprimermi,ho provato a svenire un paio di volte..sono stato felice e fiero di averci provato,di aver inculato il sistema e di essere ancora un passetto più avanti…così vicino alla fine da poterla toccare con mano…
cioè la bellezza di riuscire a fare quello che si voleva..il REALIZZARSI.

Per 24h non capisco un cazzo,ma faccio in tempo a caricare Dado appena tornato da Bruxelles e andare a S.Marinella,scottarci,cazzeggiare e stare un pò beatamente insieme..

Venerdi 10 luglio: Mattinata con fede e mia sorella al policlinico…nei due giorni successivi sarò impegnato,per cui volgio accertarmi della salute della sorellina e del cecio che porta in grembo…voglio essere sicuro che non ci siano sorprese,non volgio essere lo zio drogato che non c’è mai perchè preferisce sbronzarsi fuori Roma,volgio essere lo zio drogato che si sbronza fuori roma ma che se nasci c’è.
Niente contrazioni..tutto molto stabile…posso partire sereno.Non aspettavo altro.
Ore 15 e50,squillo di ThomasSburro sul cell..devo scendere,si parte..si va a Frascati,per il matrimonio di Silvia,la soreta di Dado che forse ricorderete per i suoi trascorsi libertini.
Stefano è in ritardo,dobbiamo prendere Tom e sbrigarci…il matrimonio è alle 5…alle 4e mezza siamo ancora sulla Salaria..Obama è in partenza dall’aeroporto dell’Urbe,è pieno di posti di blocco e ci tocca rallentare…poi il Gra è bloccato..tutto sembra remare contro…fino a quando ne abbiamo la certezza quando imboccata l’uscita dell’A1 un muro di macchine ci rende chiara una cosa..”Voi in Chiesa non ci sarete”
Un veicolo in fiamme bloccava il transito e pare fosse esploso proprio

10 minuti prima del nostro arrivo…bel casino…


Motore spento cazzeggiamo in mezzo al traffico vestiti come principini,c’è chi si preoccupa e chi come Tom tira un sospiro di sollievo,lui in Chiesa ci sarebbe entrato..forse….ma con diffidenza,guardando bene dove metteva i piedi,prendendo a calci le vecchine e sputando nell’acqua santiera…quindi diciamo che alla fine arrivare alle 6 e 30 c’ha risolto un sacco di grane.


Arriviamo con nostro grande sollievo assieme a metà degli invitati in tempo per assistere all’uscita degli sposini..tanto tanto carucci…Silvia è molto bella,dobbiamo solo attendere una mezz’ora che le si orienti l’abito da sposa e che il vento le permetta di salutarci..secondo me non c’aveva riconosciuto tanto era sottochoc per l’evento…ma cmq è una figata…Angelo e Maria Giovanna ci salutano con affetto,stupiti del fatto che avessi una cravatta tutta mia…forse devo riconsiderare il mio guardaroba di tutti i giorni…mah….
Arriviamo al ricevimento all’Hotel Grazioli di Frascati..un posto bellissimo,una specie di reggia su una collina da cui si vede tutta Roma a perdita d’occhio…aperitivo…10 prosecchi e si prosegue…già in questa fase eravamo sbronzi..io come al mio solito sparlo delle persone a cui do le spalle facendo figure di merda una dietro l’altra…anzi tom aiutami che non mi ricordo,ma ne ho fatta una che abbiamo riso per mezz’ora…
Giriamo come mafiosi tra la gente squadrando e bevendo bevendo e squadrando…donne non se ne vedono e giovini nemmeno…ma ci siamo noi a trasforamre ciò che giovane non era in molto molto giovane very young supercoolness.
Io e Tom decididiamo di cominciare un circuito benessere e per un piao d’ore beviamo e andiamo in bagno…poggiamo i calici vuoti al bagno,pisciata colossale appoggiati al muro e poi si riparte…e così 3-4 volte,tentando di entrare nel bagno delle donne o facendoci beccare in pose assurde dai parenti che malauguratemente si trovavano a superare la soglia delle toilettes.
Al tavolo,Double Delight,dal nome di una rosa,dopo un quarto d’ora di imbarazzo a presentarsi e a sembrare sobri..si è cominciato a bere e mangiare come si deve…tanto splendido vino bianco è passato tra le mie labbra,così tanto da farmi godere la mia vacanza,da farmi capire che figata di serata stavo passando e tale da farmi dire e fare le solite cazzate che il giorno dopo verrano negate.
Tanti brindisi con gli sposi,al nostro e al loro tavolo,così pensiamo di meritare il fiore all’occhiello anche noi…ci mettiamo dei garofani bianchi grossi come un pugno..sembriamo 4 idioti..ma Silvia e Antonio cominciano ad apprezzare la nostra voglia di festeggiare e fessteggiarli..così si bronzano serenamente con noi e approvano senza mezze misure il passaggio da una bella ciucca a una sbronza

tossica.E così sia.Finchè morte non ci separi.

Non so quanto altro prosecco ho bevuto,fatto sta che avevo un cameriere che appena mi spostavo dal gruppo mi riempiva il bicchiere..

Dopo la torta sono cominciate le danze,folli,storte e sbronze,abbiamo ballato con gli sposi con le cugine con lgi amici e con la mamma di Dado..sempre in prima linea santa donna..

Giovanni Persiket ès tato fantastico quando con grande discrezione mi teneva in piedi permettendomi di ballare senza cadere per terra..quando mi giravo a controllare levava le mani…poi siccome sbandavo le rimetteva.

Nego tutt’ora di aver mai preso a calci una sedia.Anche se ci sono testimoni che m’inchiodano.

C’era proprio un bel clima..Dado Ste e Tom davano il meglio così siamo riusciti a coinvolgere tanta gente..e il dolce Scazzo ha trovato persino una compagnia femminile,la cugina di Dado,molto simpatica e carina,oltre che sbronza marcia,Isabella…ma che per tutta la serata Tom chiamerà Isabetta ….una figata…

Alle 2 del mattino è finito tutto e non so come ma mi sono ritrovato a casa di Flavia,a nuotare in piscina con Dado…un bel bagno fresco di notte,tanto per ricordarci di essere moolto più che vivi,bensì in vacanza e poi via nelle nostre stanze.Lì mi attende la dolce Roshet..attendermi al piano terra di un letto a castello che mi riporta all’infanzia,mi denudo e mi infilo sotto le coperte mentre la mia dolce e laureanda consorte mi rimette i vestiti nel portabiti.Ti ho amato in quel momento.

Ma non è finita qui perchè Dado ès tato svegliato quanto me dal bagno in piscina..così facciamo in tempo a insultarci da una stanza all altra in maniera totalmente gratuita..in particolare sulle nostre care mamme,visot che oramai le sorelle sono sante.E’ fantastico addormentarsi sbronzo dopo che hai urlato e ti sei sfogato quanto la mamma del tuo migliore amico sia una zoccola.

 


Sabato 12 luglio Ore 7 e 30 del mattino:sveglia..Flaviet ha già corso,fatto la spesa,innaffiato i cani e portato a spasso i fiori,è sveglia come una pazza,insomma è tutto quello che serve per realizzare il programma,andare in barca a S.Stefano..e non la ringrazieremo mai abbastanza…

Stefy è in coma e sta pensando di mollare ma grazie a Dio rinuncia e si concede la giornata,io scendo dal letto frantumato dal mal di testa,con gli occhi chiusi,entro in bagno e sbatto l’alluce su uno spigolo e tiro giù mezzo Paradiso,Tom finisce i suoi non tanto porci comodi ed è pronto…alle 8 incredibilmente siamo tutti in macchina..

2 ore e siamo all’Argentario dove ci attendono Diana Silvia e Fede,pronte a imbarcarsi con noi sull’Efendim,la barca di Miss Captain Flaviet,una bellissima barca che io credo di desiderare fortemente.

Mi sembra tutto così assurdo..troppo perfetto per essere vero..c’è un sole pazzesco,un cielo azzurro da perdercisi e io ho un’intera confezione di Xamamina,preventivamente comprata per il mal di mare..di cui a questo punto forse non soffro più..boh…

Rotta verso isola Rossa..dove ci attendono altre 500 barche,si sta una favola…non si balla poi tanto,ci si tuffa,si nuota,si dondola e si dicono i soliti fiumi di cazzate…
Olivia e Alice i 2 cocker di Flaviet sono lì con noi e giocano in acqua come pazze…
Le ore passano senza che nessuno se ne accorga..Fede Diana e Silvia sono state 7 ore a prua(o poppa??) a prendere il sole,come lucertole provenienti da paesi diversi si sono messe lì,sul prendisole,a condividere l’unica cosa che le accomunava…un disperato bisogno di relax e di sole.
Io dopo un pò ho preso la seconda pillola,in maniera preventiva..stavo bene..ma avevo letto sul foglietto illustrativo che poteva essere utile dopo 3-4 ore dare una seconda dose…non l’avessi mai fatto,sembravo drogato…sono entrato in una fase di down pazzesca,inebetito alternavo momenti di catatonismo a slanci da folle con i quali generalmente o mi ingozzavo di cibo o mi catapultavo in acqua…

Ho provato ad affrontare discorsi..ad esempio parlando con Isa le ho chiesto di chi fosse la frase in francese tatuata sul fianco…”Cartesio”disse lei..e io “quindi l’hai scritta in francese perchè ti piaceva…”    momento di gelo…..”bè veramente Cartesio era francese”     ……..      …….    …….     ……
Brutto idiota dal cervello fottuto.Come dice quel proverbio??se stai zitto non sapranno mai quanto sei cojone…si mi sembra faccia proprio così…
Strane bellissime e nuove sensazioni.
Stefy,rinominato Ronald,studente irlandese per la prima volta esposto al sole riusciva a rilassarsi alla grande,dimenticando le grane della tesi incombente..fino a dormire nella solita assurda posizione..
Tom e Dado hanno passato il pomeriggio in acqua,nuotando paccando e slinguandosi l’un l’altro…ma daltronde Tom quando Vitto non c’è diventa veramente incontenibile per quanto è porca..
Alle 6,bruciati e cotti dal sole ci riappropinquiamo verso il porto…
E’ stata una sensazione fantastica..il mare,il sole,il vento,la mente libera di creare,tutte le persone di cui avevi bisogno attorno,tutte rilassate,distese,abbronzate e soddisfatte..wow..abbiamo vinto davvero…




???Domenica 12 luglio : completamente ribaltato dalla stanchezza mi sveglio alle 8 meno un quarto pronto per andare in reparto,purtroppo ho il turno e mi tocca…sento Fra al telefono che dice di avere contrazioni ogni 15 minuti…l’avverto che se le serve io sarò al Policlinico..lei dice che ancora è presto per andare se ne parlerà più in là…

In reparto ci sono solo 2 bambini..tutti dimessi..un fuggi fuggi generale..niente cartelle,niente dimissioni,niente lista operatoria,insomma un gran bel cazzo da fare…sto un oretta con questi 2 bambini e famiglie,dopodichè chiamo lo specializzando per sapere che cazzo bisogna fare e che cazzo sono venuto a fare…lui mi risponde assonnato dicendo che mi aveva mandato un mess dcendo che non serviva che andavo..che non c’era niente da fare e quindi sarebbe passato lui più tardi un secondo…naturalmente in me lo mando a fanculo,visto che non ho ricevuto un beneamato cazzo,poi candidamente mi legge il numero a cui l’ha mandato ed effettivamente aveva sbagliato una cifra…candido innocente povero stronzo..io ti assolvo dai tuoi peccati e me ne vado.
Uscito da lì chiamo di nuovo Fra per sapere se erano cambiate le cose…lei mi dice che ha parlato con l’ostetrica..che la situazione è serena e che se ne riparlava dopo qualche ora…
Così me ne sto a casa tuto tranquillo quando alle 11 e 30 mio padre chiama e dice “Francesca sta per partorire,ha cominciato il travaglio,sta in sala parto”

Francesca chi??
No,mica mia sorella,lei no non può essere..ci vorranno ore,giorni…poi magari nemmeno è davvero incinta…chi ci crede davvero che c’è un pupo li dentro…No..no no no non   non può essere…no…ma dai…..ti pare….mia sorella….seeeeeeeeeeeee………..piccola e indifesa sta per creare la vita e mettere al mondo un essere umano che potenzialmente salverà il mondo…

Oddio cazzo

Non sono pronto..solo ora realizzo..che si sta uscendo fuori..e che si cambia tutto..
Chiamo fede e l’avverto che sto uscendo in vespa…fatti trovare sotto casa tua tra 5 minuti..sbrigati che non c’è tempo”
Prendo una 70ina di semafori rossi..urlo come un pazzo nomi di possibili bambini e inneggio alla zietà…
Sotto casa di Fede non c’è traccia di fede…mm strano…vabbè ritarderà 2 minuti….
bè sono 5 cazzo..vado a citofonare…”Fede dove cazzo sei??” “Eh no sono Paolo,fede è giù con Nana”
EH??????????MA CHE SIAMO PAZZI????

Non capisco più nulla…la vado a cercare,la trovo e cominciano 15 minuti di insulti e battibecchi con i quali arriviamo in ospedale…


Dopo 2 ore di attesa snervante…la ginecologa ci da l’ok…è nato..sono le 12:50…
E’ come se mi avessero rianimato,come se mia vessero donato un’altra vita..o davvero avessero stimolato qulla che già vivo..
Tempo 20minuti e esce dalla sala parto Pierluigi con appresso nell’incubatrice il piccolo Pietro,che scendeva al nido…
Pier era il ritratto della felicità…era fiero,contento,bellissimo e tremante,tutto era andato bene e improvvisamente era un papà..
Mia madre e Fede hanno pianto di gioia dopo il primo sguardo dato a qul piccolo mucchietto d’ossa…una minuscola polpetta assonnata con gli occhi aperti spalancati sul mondo…un uomo con 22 minuti di vita,davvero un miracolo di bellezza…
Ancora non so spiegarmi la sensazione,ma è tra le più intense che abbia mai provato..
Intorno alle 2 possiamo vedere la mamma,la piccola Fra,quella che io ricordavo nella camera a fianco alla mia leggere i libri e parlare ore al telefono,ora era una donna realizzata.Che era riuscita in quello che voleva.Aveva creato una famiglia.Aveva appena costruito i suoi prossimi 50 anni.
Era bella,forte e innamorata.
ogni minuto che passava il dolore scompariva e il sorriso prepotente le riempiva il volto.Ora un pezzo di lei la aspettava al piano di sotto,in una calda culletta,vestito da giovane golfista di countryclub…
Non so come dirvelo…è stata una cosa allucinante..

…UN TUFFO DI PERFEZIONE..



Auguri Pietro,
zio è già pazzo di te

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 12/07/2009 alle 23:25 ed è archiviata in i miei post preferiti. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

2 pensieri su “Un tuffo di perfezione

  1. Vittorio in ha detto:

    non so aggiungere altro…sogno una sbronza…penso a nostro nipote…mph

  2. valentina in ha detto:

    ho letto i tuoi racconti tutti d’un fiato,e come al solito quando leggo le tue parole è come se venissero fuori dallo schermo per attaccarsi alla mia persona…hanno sempre il dono di emozionarmi e di regalarmi la possibilità di condividere con te… (pensavo l’altro giorno che questo sia un tuo dono fantastico,che riempie i vuoti di quando non ci sei e non ci sono)… mi dispiace di essermi persa una giornata insieme di puro relax,mi dispiace di non aver goduto di un assaggio di vacanza all together,ma la mia vacanza purtroppo non era ancora giunta(precisamente mentre voi eravate in barca io ripetevo sequestro conservativo,sentenza di condanna,litisconsorzio necessario e quant’altro dando l’anima)…ora però,che in vacanza ci sto meritatamente,potremmo rifarci per quanto possibile.. menzione particolare va sicuramente al piccolo new arrivato Pietro,allo sgnappo che si aggiunge alle nostre vite,ad un esserino tanto stupefacente,ad un nano così "nuovo" di zecca che il solo pensiero mi fa venire voglia di fare soltanto questo,per sempre… quando mi hai chiamata ieri,oltre al fatto di essere stata ovviamente contenta da morire, ho riflettuto sul fatto che Pietro,muovendosi per la prima volta nella vita,ci avesse donato un modo per contemplare l’eternità!!MERAVIGLIOSO!!! e allora a lui va tutto il mio augurio per infinite nuotate di perfezione!!! a presto mio caro zio uilly!!besos, vale alias KKK

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: